Interferenze

Interferenze

Interferenze

Hai mai pensato che non riuscire a raggiungere i tuoi obiettivi possa dipendere dal modo in cui pensi di te stesso e dal dialogo interno che si attiva quando cerchi di fare qualcosa di nuovo o diverso dalla solita routine? Spesso, alla fine, ti arrendi e torni alla tua vita di sempre, giusto?

Secondo Tim Gallwey, autore e coach sportivo americano noto per la sua teoria del “The Inner Game” che si concentra sull’importanza della mente nella performance sportiva e nella vita in generale, hai due parti dentro di te, il Sé 1 e il Sé 2. Personalmente, mi piace immaginare il Sé 1 come un diavoletto seduto sulla tua spalla, che enfatizza le paure e amplifica le critiche, e il Sé 2 come un angioletto seduto sull’altra spalla, che ti spinge sempre a fare di più e superare i tuoi limiti.

La buona notizia è che entrambi questi Sé sono lì per proteggerti: uno per evitare delusioni e fallimenti, l’altro per spingerti sempre a fare di più e superare i tuoi limiti. Il problema è scegliere quale dei due ascoltare, e purtroppo il più delle volte è il tuo amico diavoletto a vincere. Ogni volta che devi prendere una decisione o esibirti al massimo delle tue capacità, iniziano le “voci nella testa” che Tim Gallwey chiama interferenze.

Secondo Gallwey, il successo o il fallimento di una partita (usata come metafora per raggiungere i tuoi obiettivi nella vita) dipende dalla tua performance naturale, che è influenzata da queste interferenze. La formula con la quale riassume il concetto è: Performance = Potenziale – Interferenze.

In pratica, hai un dialogo costante nella testa, fatto di consigli, giudizi, paure di fallire e valutazioni delle possibili conseguenze degli errori, invece di goderti semplicemente l’esperienza. Questo dialogo tende a criticarti più che a elogiarti, e spesso ti impedisce di agire. Quando sei in una situazione in cui devi esibirti al massimo, come uno sportivo sul campo, il gioco si svolge sia a livello mentale che fisico.

Il dialogo interno avviene tra il Sé 1 e il Sé 2. Il Sé 1 può ostacolarti, enfatizzando le paure e amplificando le critiche. Ma se sei consapevole di questo dialogo e dei suoi effetti, puoi concentrarti sul momento presente, su ciò che è reale e importante, e gestirlo in modo da massimizzare la tua performance.

E tu, hai mai provato a prestare attenzione al tuo dialogo interno e a gestirlo in modo da ottimizzare la tua performance?

🍀 Barbara.

Grazie per aver letto “Interferenze”.

👉🏻 C’è un messaggio per te ⤵
💥 Se senti che la tua vita ha bisogno di una svolta, il life coaching può aiutarti a raggiungere il successo che meriti! 💪 Non aspettare oltre: prenota subito la tua sessione gratuita e scopri come posso aiutarti a superare le sfide e a raggiungere i tuoi obiettivi! 🌟
Clicca qui per prenotare la tua sessione.

Lascia un commento

Torna in alto